RetroNews

RetroNews

Notizie, curiosità, eventi.....

HMR 2013RicercaDidattica t Il gruppo di archeologia informatica HMR (Hackerando la Macchina Ridotta) ed il Museo degli Strumenti per il Calcolo di Pisa presentano una nutrita serie di attività legate dal motto "dalla ricerca alla didattica".
Si inizia il 27 Settembre, in occasione di SHINE! - La notte dei ricercatori, con l'incontro I Ricercatori della Macchina Perduta. HMR racconterà l'avventura della riscoperta della Macchina Ridotta, il primo calcolatore progettato e costruito in Italia, a Pisa, nel 1957.
Il 2 Ottobre ci sarà Storia dell'Informatica, seriamente, un intervento di HMR presso i Seminari di Cultura Digitale, al Dipartimento di Informatica.  Si parlerà dell'effetto che le suggestioni, le mode e le retoriche nazionali hanno sulla percezione della storia dell'informatica.
Il 4 Ottobre, Un pomeriggio al Museo, dedicato agli insegnanti, con la presentazione dell'offerta didattica del Museo, e una visita mirata per mostrare come attraverso le macchine storiche si può spiegare l'informatica di oggi.
Dal 10 al 13 Ottobre, HMR e il Museo saranno presenti anche all'Internet Festival con l'installazione Caratteri/Emozioni, sulla storia dell'ASCIIart e degli Emoticon.
Maggiori informazioni sulla pagina di HMR dedicata agli eventi.

.

notte-ricercatori-2013 La Notte dei Ricercatori è un'iniziativa promossa dalla Commissione Europea con l'obiettivo di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca. 
L'associazione Museo Piemontese dell'Informatica (MuPIn) parteciperà atteraverso una mostra dove racconterà la storia di importanti ricercatori che hanno segnato la storia dell'informatica.
Per ogni personaggio sarà presentata una breve biografia ed una selezione di oggetti ad esso legati.
L'appuntamento è per venerdì 27 settembre 2013, dalle 17 a mezzanotte, presso Piazza Castello a Torino.
Maggiori informazioni sul sito del Mupin o sulla pagina facebook dell'evento.

.

Lo scorso 13 Settembre il Museo dell'Informatica Funzionante ha presentato al pubblico la sua replica dell'Apple I.
La serata è stata filmata ed il video è stato reso pubblico su vimeo.

.

adriano olivetti la forza di un sogno fiction raiunoAndrà in onda il 21 e 22 Ottobre su RaiUno la nuova fiction “Adriano Olivetti – La forza di un sogno” che racconta la vita del famoso imprenditore.
Prodotta da Luca Barbareschi in collaborazione con Rai Fiction, la miniserie porta la firma del regista Michele Soavi, che è anche nipote di Adriano Olivetti.
Il protagonista è interpretato da Luca Zingaretti, noto a tutti per il suo suo Commissario Montalbano.
E' disponibile su youtube un’anteprima della fiction.

.

apple1 palazzolo 195x110Il prossimo 13 Settembre sarà presentato al pubblico la replica dell'Apple I che il Museo dell'Informatica Funzionante di Palazzolo Acreide (SR) ha realizzato in due anni di duro lavoro.
L'Apple I non è solo il primo computer dalla mela morsicata, ma anche uno dei primi personal computer ad entrare nelle case degli appassionati, dando vita alla rivoluzione informatica che ha cambiato il nostro modo di vivere.
La ricostruzione è stata effettuata seguendo rigorosi criteri storici, come l'utilizzo di rara componentistica d'epoca.
Questo il programma della serata:

  • 19:00 – Presentazione del progetto APPLE 1 e del computer funzionante
  • 19.30 – Accensione del computer APPLE 1, con dimostrazioni di funzionamento
  • 20:00 – Aperitivo

Sarà possibile presenziare all'evento anche in maniera virtuale attraverso chat, video streaming e Twitter.

.

christies-apple-1-610x350Dopo le due aste di Apple I della tedesca Auction Team Breker, di Novembre e Maggio scorso, un altro esemplare del famoso primo computer Apple è stato venduto lo scorso 9 Luglio in un'asta online di Christie’s.
Questo esemplare non ha raggiunto le stratosferiche cifre delle due aste precedenti (492.000 e 519.00 Euro) ed è stato aggiudicato per 387.750 US$.
Il minor valore di questo esemplare è stato probabilmente determinato dall'incerto funzionamento e dalla mancanza della documentazione originale e degli accessori. Da notare che si tratta di uno dei primi esemplari prodotti, uno dei pochi precedenti alla versione "NTI", e che riporta il numero di serie 01-0025.
Ad agiudicarselo la torinese Bolaffi, che ha capitanato l'acquisto effettuato insieme ad un gruppo di investitori privati.
Giulio Filippo Bolaffi, amministratore delegato del gruppo, ha dichiarato «L'idea della "cordata di investitori" è nel cassetto da diversi anni. Un pezzo da novanta come l'Apple I, nell'ottica della diversificazione del portfolio di un singolo investitore rappresenterebbe una posizione molto rischiosa. Invece la possibilità di possederne una parte gli permette con minor rischio di partecipare attivamente all'acquisto di quell'oggetto e al contempo di poterne godere il possesso, sapendo che resta custodito e ben visibile nella nostra azienda».

.

cervelli immaginatiLa APIG di Venezia - Mestre (Associazione dei Periti Industriali Grafici) organizza due serate dal titolo I cervelli immaginati, la storia del computer attraverso le visioni delle persone che l'hanno realizzato.
Una occasione per ricordare come il mondo è cambiato attraverso gli occhi di coloro che lo hanno sognato e realizzato.
Gli incontri si svolgeranno nelle due sedi dell'associazione:
- il 16 maggio 2013, dalle ore 19.30, presso il Centro Formazione Professionale di Cividale del Friuli
- il 23 maggio 2013, dalle ore 20.00, presso l'Istituto Salesiano San Marco di Mestre

.

vintadsSegnaliamo con grande piacere la nuova iniziativa del Museo del Calcolatore di Prato: il sito VintAds, interamente dedicato allo scambio di immagini pubblicitarie di macchine da calcolo dal 1800 al 1990.
L'Istituto ITEPS "Paolo Dagomari", che ospita il Museo, colleziona da decenni oltre agli strumenti di calcolo anche riviste del settore, fonte importantissima per lo studio dell'evoluzione del calcolo e dell'informatica.
Da questo patrimonio documentale sono tratte buona parte delle immagini che il sito propone al visitatore.
VintAds addotta uno stile “social network”: gli utenti partecipano alla sua realizzazione inviando nuove immagini per arricchire la raccolta, oltre che commenti e valutazioni sulle imamgini inserite.
Il sito, completamente sviluppato internamente dal prof. Riccardo Aliani con la collaborazione dei suoi studenti, è temporaneamnte ospitato all'indirizzo  http://vintads.altervista.org/.

Aggiornamento: il sito definitivo è http://www.vintads.it/.

.