Libri
Image Titolo: Olivetti, prima e dopo Adriano. Industria di cultura estetica
Autore: Bricco Paolo
Editore: L'Ancora del Mediterraneo
Data di Pubblicazione: 2005
ISBN: 8883251652
Pagine: 188
L'autore, giornalista economico di Ivrea, percorre la storia dell'Olivetti partendo dall'ingresso in azienda di Adriano e descrivendo la particolare e personale impronta che da grande innovatore ha saputo apportare; sono quindi descritti il declino e la trasformazione che seguono la sua prematura scomparsa, fino all'arrivo di De Benedetti. .

L'autore, giornalista economico di Ivrea, percorre la storia dell'Olivetti partendo dall'ingresso in azienda di Adriano e descrivendo la particolare e personale impronta che da grande innovatore ha saputo apportare; sono quindi descritti il declino e la trasformazione che seguono la sua prematura scomparsa, fino all'arrivo di De Benedetti.
Il testo si concentra su quella che è definita una "anomalia", ovvero la personale visione di Adriano dell'azienda, caratterizzata all'interno da un’innovativa organizzazione aziendale, da una lungimirante visione del futuro, dalla cura dell'immagine e della comunicazione, e da un rapporto privilegiato con i suoi dipendenti, e all'esterno dalla coscienza di un ruolo sociale dell'azienda che si materializza con gli impegni nei campi del design, dell'architettura, e della cultura.
Non manca un'ampia analisi delle attività editoriali e politiche di Adriano e di come queste abbiano influito sulla storia dell'Olivetti.
Le vicende che seguono la prematura scomparsa di Adriano sono analizzate, soprattutto negli aspetti economici, anche attraverso interessanti testimonianze dei protagonisti della tormentata storia aziendale. L'inopportuno abbandono dell'elettronica prima e il successivo nuovo impegno nel settore (dopo il successo della programma 101), sono raccontati in parallelo alle mutanti politiche aziendali che non raccolgono l'eredità e l'insegnamento di Adriano e portano alla distruzione dell'Olivetti da lui disegnata.
Gli interessati alla storia dell'informatica troveranno poche informazioni sullo sviluppo tecnico dell'Olivetti, ma grande interesse nello scoprire le vicende che hanno condizionato le scelte aziendali nell'informatica.
Anche se il libro è decisamente impegnativo e un po’ pesante, soprattutto quando l'autore si dilunga nei dettagli economici e nella descrizione delle attività editoriali, merita un’attenta lettura perché offre una visione d'insieme dell'azienda e consente di comprenderne le scelte strategiche e commerciali.